La vetta del Lagazuoi accessibile alle carrozzine

Dalla nostra sede di Mantova, 19 metri sul livello del mare, al Lagazuoi, quota 2778 metri: viaggiando in autonomia con la pepy mobile dell’Associazione Pepitosa in carrozza, abbiamo spazzato via ogni luogo comune sulla disabilità e montagna conquistando una delle vette delle Dolomiti sopra Cortina d’Ampezzo. Guidando fino a Falzarego, per poi raggiungere la vetta con la nuova funivia, completamente accessibile: una porta aperta verso uno dei panorami più belli del mondo.

Superando con un balzo ogni retorica, perché di fronte alla montagna siamo tutti uguali. E non importa se si è “seduti”, se le gambe collaborano poco o nulla, se varie zavorre tentano di trattenerci in basso, l’obiettivo per tutti è arrivare alla vetta e qui è possibile.

Giunti alla volta di Falzarego, 2.100 metri di altitudine, stazione di partenza della funivia Lagazuoi, con altrettanta semplicità si può montare in cabina e in appena 3 minuti si farà un balzo di più di 600 metri. In cima si può trovare un polo espositivo con galleria – uno dei più alti d’Europa – e immergersi in un paesaggio che si apre verso l’infinito. Cime a perdita d’occhio, panorami selvaggi, puri e incontaminati. 

L’intero complesso della funivia è completamente accessibile, con rampe ed ascensore panoramico, ampio parcheggio a valle, coffee bar, servizi igienici dedicati.

Da lì, se il meteo e le condizioni generali lo permettono, si può affrontare il sentiero in ghiaino battuto che porta fino alla croce sulla vetta del Lagazuoi, a 2778 m. Dal Rifugio Lagazuoi il vecchio sentiero della Grande Guerra permette di raggiungere la croce di vetta del Piccolo Lagazuoi. Inaugurato nell’estate 2018, grazie alla sua pendenza massima del 10% è adatto ad essere percorso in sedia a rotelle e in generale con le ruote, regalando una sensazione di piena libertà. Noi l’abbiamo affrontato con una carrozzina elettrica senza problemi e la vista panoramica è assicurata.
Una passeggiata in libertà e autonomia su una delle cime della nostra Italia, un luogo che è molto di più che disability friendly, è human friendly.

Grazie alla progettualità dell’ing. Stefano Illing, la vetta del Lagazuoi possiamo definirla accessibile e fruibile anche in autonomia per chi è in carrozzina, pur mantenendo un rispetto per l’ambiente assoluto.
* Per la salita al monte Lagazuoi si consiglia di valutare l’elevata altitudine dell’arrivo nonché la velocità e il dislivello di salita (da 2.100 m a 2.752 m in 3 minuti). Inoltre, non bisogna dimenticare che si tratta di un sentiero di alta montagna senza protezioni, perciò si raccomanda di far sempre prevalere il buon senso.

ph. Alessandro Manaigo

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.